La creazione della “regola” come tratto funzionale del giusto processo, l’individuazione del “rimedio” come sua necessaria conseguenza

ABSTRACT Il saggio analizza la giurisprudenza tradizionale in materia di impugnative negoziali, con particolare riferimento all’impugnazione del licenziamento. Lo scopo del saggio è valutare la compatibilità tra la ricostruzione dogmatica tradizionale, che vede nelle impugnative negoziali azioni costitutive appartenenti al genus dei diritti potestativi, e la tesi che identifica l’oggetto del processo (e del giudicato) […]

La disciplina sulla condanna alle spese del giudizio civile è incostituzionale

Corte costituzionale, Sen. 19 aprile 2018 n.77 Il giudice civile, in caso di soccombenza totale di una parte, può compensare le spese di giudizio, parzialmente o per intero, non solo nelle ipotesi di “assoluta novità della questione trattata” o di “mutamento della giurisprudenza rispetto a questioni dirimenti” ma anche quando sussistono “altre analoghe gravi ed […]

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo: è costituzionalmente legittimo il rimedio previsto dal “Jobs Act”?

Tribunale di Roma, Sen. 26 luglio 2017 Questione La previsione di un’indennità modesta, fissa, e crescente solo in base all’anzianità di servizio, in caso di illegittimità del licenziamento irrogato a un lavoratore assunto dopo l’entrata in vigore del “Jobs Act”, è un rimedio costituzionalmente adeguato? Soluzione La questione è “non manifestamente infondata” – e va, […]

Il principio di tutela del legittimo affidamento: una rassegna ragionata di giurisprudenza

ABSTRACT Il saggio, pubblicato sulla rivista Variazioni in tema di diritto del lavoro (edita da Giappichelli), analizza le argomentazioni della giurisprudenza basate sull’applicazione del principio di tutela del legittimo affidamento, al fine di valutare se esse esprimano regole di diritto omogenee e se il ricorso stesso al principio costituisca sempre l’effettiva ratio decidendi. L’analisi, elaborata […]